Servizi extra delle compagnie aeree low cost

aereoTutte le compagnie aeree low cost prevedono dei servizi aggiuntivi a pagamento. Esse sono note anche come compagnie aeree “no frills”, ovvero senza fronzoli, dunque qualunque extra deve essere pagato. Ma quali sono, in realtà, i servizi aggiuntivi per cui vale la pena pagare e quali quelli che si dovrebbe evitare?

Cibo. Il costo dei pasti varia enormemente tra le varie compagnie aeree. Per fare un piccolo esempio, panini, pasti completi, zuppe, tè, caffé, coca o gin tonic, sono tutti extra da pagare. Se si sta volando con una di queste compagnie aeree a basso costo, come Ryanair o Easy Jet, e si vuole qualche cosa da mangiare, uno dei modi più semplici per risparmiare denaro è quello di impacchettare da casa i panini.

Bagaglio. Questa spesa non può essere evitata. La maggior parte delle compagnie low-cost si fa pagare per fare il check-in dei bagagli. Se si vuole mandare una borsa in stiva, bisogna pagare una cifra che si aggira attorno ai 20 o 30 euro, a seconda del peso della stessa, del numero di bagagli che si ha e della compagnia aerea. Per evitare questo costo si può mettere tutto in un bagaglio a mano. Alcuni vettori, come easyJet, non hanno alcun limite di peso per il bagaglio a mano, per cui tutto quello di cui si ha bisogno e che entra in borsa, a patto che la stessa non superi i limiti e le dimensioni, può essere portabile “on board”.

Speedy Boarding. E’ uno degli extra meno popolari. Con un costo di circa 10 euro, puoi salire sull’aereo prima di tutti gli altri e scegliere meglio i posti.

Check-in in aeroporto. Pagare la compagnia aerea per far fare il check-in di un volo può essere una cosa eccessiva quando c’è il check-in che è gratuito e ti permette di risparmiare tempo nelle code, a patto di non avere bagagli da portare in stiva.